INGREDIENTI PER 4 PERSONE: si consiglia l’ultilizzo di soli ingredienti biologici

500 gr di Tagliatelle Verdi agli Spinaci “La Crepa-Iris”

1 (7/8 hg) tinca
4 hg di piselli sgranati – 2 cipolle
3 carote
1 gambo di sedano brodo vegetale
1 bicchiere di vino bianco da tavola secco
salvia, alloro
olio extravergine di oliva sale

PREPARAZIONE:

Soffriggere in olio la carota, il sedano e la cipolla. Ag- giungere la tinca (precedentemente pulita e tagliata nel mezzo), rosolarla bagnandola con vino bianco e termi- nare la cottura in forno a 160° per circa 30 minuti (op- pure 80° a vapore per 20 minuti).
Lasciate raffreddare la tinca, tagliatela a pezzi ed elimi- nate tutte le lische.
Preparare una dadolata di carote, sedano e cipolla. Soffriggere il tutto in padella con olio e salvia e alloro. Inumidire con vino bianco, aggiungere i piselli crudi in quantità proporzionale alle altre verdure. Nel momento in cui le verdure hanno quasi completato la cottura, ag- giungere un paio di cucchiaiate di polpa di pomodoro e, se necessario, un mestolo di brodo vegetale o di pesce (ottenuto cuocendo in acqua gli scarti della tinca: testa, coda e lisca centrale).
A questo punto fate nuovamente insaporire la polpa del pesce nel ragù, per una decina di minuti al massimo.

Per dare un tocco di maestria, una volta impiattato è possibile aggiungere un gambero di fiume precedentemente scottato in acqua bollente e salata.
Un filo d’olio ed una spolverata di pepe completano il tutto.
Il procedimento è valido anche per altre tipologie di pesce pescato come: Trote, Coregoni, Salmerini, Salmoni…

ABBINAMENTO DEL VINO:
Chiaretto del Garda.
Ricetta di Franco Malinverno

Caffè La Crepa di Franco e Fausto Malinverno – Isola Dovarese (CR)

A pochi km dalla Cooperativa Iris, sorge il “Caffè La Crepa” i cui proprietari sono: vicini, clienti ed amici della Coop. Iris ma soprotutto sono da sempre attenti alla qualità dei prodotti che propongono ai loro commensali e pongono una particolare attenzione alla ricerca del cibo sano, il connubio di questi due valori rende i loro piatti veramente ottimi!

“Caffè La Crepa” … un tempo conosciuto con il nome “Locanda del Ciclista”, ancora oggi, il “Caffè La Crepa” troneggia nelle sale del maestoso palazzo della Guardia, risalente al XV secolo, affacciato sulla splendida piazza Matteotti, una delle più belle dell’ Italia minore. Un piccolo angolo di storia nella pianura padana dove il profumo delle tradizioni si leva fin tanto che ci si avvicina fino a leggere l’ insegna bombata di ferro smaltato bianco che campeggia in facciata. Un posto dove si sta comodi grazie all’accoglienza gentile,  al servizio professionale e alla piacevolezza delle salette.

Vista il sito Caffè La Crepa

Ringrazioamo Franco e Fausto Malinverno per averci accordato di pubblicare questa ricetta.

 

  • Facebook
  • Twitter
  • Google Plus
  • Email
  • Print